Ricettina Time: Impacco colorante all’Henné Rosso

 

Ecco come preparo l’henné per creare riflessi rossi ai miei capelli.

Inoltre uso l’henné non solo come colorazione naturale, ma anche come impacco per curare i capelli, rendendoli luminosi, setosi e sani. Infatti da quando ho iniziato a usare questa erba, l’aspetto e il volume dei miei capelli sono migliorati, eliminando così definitivamente l’utilizzo di colorazioni chimiche. Preparo questo impacco  all’henné e la uso in media una volta al mese, ora vi indico gli ingredienti da utilizzare.

Occorrente:

Una ciotola di plastica, vetro o terracotta. No metallo

Un cucchiaio di legno, plastica o terracotta. No metallo

Carta trasparente “Domopack”

Guanti in lattice monouso

Spatolina con setole per distribuire il composto

Ingredienti:

  • 50 gr. di henné rosso in polvere

A seconda della lunghezza e della voluminosità dei capelli, cambia il quantitativo di henné da usare. Per la lunghezza media come i miei va bene 50 gr. per capelli piu’ lunghi oltre le spalle 100 gr.

  • Infuso di camomilla o di karkadé o semplicemente acqua calda.

L’infuso va mescolato con la polvere di henné , in modo da creare una pappina densa.

Se volete un tono di rosso che va piu’ sul ramato, potete usare l’infuso la camomilla.

Se volete un tono di rosso piu’ scuro che va sul ciliegia, potete usare il karkadè, che si presenta già di colore rosso intenso. Altrimenti potete semplicemente aggiungere alla polvere dell’acqua calda.

  • Succo di mezzo limone.

Il limone essendo un componente acido aiuta a fissare più’ a lungo il colore.

  • Due cucchiai di un balsamo eco-bio oppure con un buon INCI, senza parabeni e siliconi.

Procedimento:

Verso la polvere di henné nella ciotola   e l’infuso di karkadé e mescolo il tutto con un cucchiaio di legno, fin quando non ottengo un impasto morbido e omogeneo, proprio come quando preparate un dolce. Poi aggiungo il succo di limone, continuando a mescolare.  Lascio ossidare la mia pappetta per una notte intera, in modo che tutto il colore esce fuori. Questo è un passaggio non obbligatorio, dipende molto dalla qualità dell’henné. Se usate un henné fino, allungato con poca sabbia, non va ossidato, ma può essere usato direttamente. Se decidete, di ossidare il composto, lo dovete coprire con il domopack. Dopodiché, aggiungete il balsamo e mescolate nuovamente. Il balsamo fa in modo che i vostri capelli non si secchino troppo, poiché spesso l’henné potrebbe rendere le prime volte le punte secche. Potete aggiungere a vostro piacimento, dello yogurt bianco o un uovo, ciò per nutrire ancora di piu’ i capelli.

come-preparare-il-vero-impacco-di-henne-rosso_3bc64a9b23b4ab374e363ecdf6d839a9

Foto  – Composto ottenuto dopo aver mescolato gli ingredienti. Sembra una torta al cioccolato.

Indossate un paio di guanti, una mantellina di plastica che  possa coprire ciò che indossate e iniziate a stendere l’henné sui capelli partendo dalle radici fino alle punte. Quando avete finito di distribuire tutto il composto, coprite la testa con il domopack, per evitare che coli. L’henné resta in posa per un’ora, ma anche due. Per il risultato che voglio ottenere io, ossia un colore che va piu’ sul ramato, va bene un’ora e mezza di posa. Se volete un rosso piu’ scuro, tenetelo in posa fino a 2 ore. Dopo, sciacquate i capelli, fin quando l’acqua non diventa trasparente e aggiungete del balsamo sulle punte e risciacquate. Questo potrebbe essere un suggerimento su come utilizzare questa erba per colorare i capelli in modo sano e sostenibile. Io compro l’henné rosso da Kiphy  in vicoletto San Domenico Maggiore a Napoli, un’erboristeria che produce direttamente i suoi prodotti e mi trovo abbastanza bene, ma presto userò il Tazarine.  Come balsamo, uso lo Splend’or al cocco.

Attenzione: Cercate di usare solo henné naturale, che non sia allungato con il pricamato di sodio, che si tratta di un colorante sintetico, che spesso serve per rinforzare il colore. Molti dicono che sia cancerogeno, ma queste voci sono state smentite. Resta comunque un colorante non proprio salutare sia per l’ambiente, che per la cute, ma non dovrebbe provocare danni permanenti. Se proprio volete far durare un po’ in piu’ il colore, io non ve lo sconsiglio del tutto, ne potete aggiungere una piccola quantità, ad esempio un cucchiaio, alla vostra polvere di henné naturale. Quindi se comprate l’henné, controllate bene l’INCI.

Foto – Risultato finale

henne

 

Rossana Galdi e Rosa Isernia

A proposito dell'autore

Post correlati

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata