E voi ci credete nel destino? Io si!
Ben presto capirete perché apro la mia pagina di diario proprio in questo modo.La maggior parte delle bambine sognano di diventare delle ballerine di danza classica ma, sarà forse X il mio nome particolare di origini arabe, io ho sempre avuto gusti diversi, qualcuno li definirebbe insoliti.
Ero piccola e guardavo appassionata i video di shakira pensando “ma come fa? Voglio farlo anch’io!”, ed ero sempre piccola quando  inventavo “coreografie” su quelle musiche da me definite “che chiamano il movimento”. Sono cresciuta praticando diversi stili di danza, che ho sempre cambiato perché non trovavo quello che più rappresentava me stessa, fino a quando il 19 novembre 2009 qualcosa successe..
Era un giorno come un altro, io ero in palestra, quando venni a sapere che c’era un’insegnante di danza del ventre (e perdonatemi se la chiamo così, ma all’epoca non conoscevo la sua storia) che avrebbe fatto una prova gratuita aperta a tutti. Mi precipitai e conobbi così la maestra Valeria che mi fece subito una bella impressione e ricordo ancora le sue parole “ma hai già fatto questa danza? Se no allora sei portata..”
Purtroppo però, per colpa di terzi, dopo quella unica prova non seppi che il corso era anche partito.
Fortuna volle che dopo un anno, un giorno mentre ero sempre in palestra, lessi un avviso su cui c’era scritto giorno e orario del corso e mi presentai.
E indovinate un po’? C’era la maestra Valeria!
Io felice di averla ritrovata le spiegai che avrei voluto iniziare già l’anno prima ma che purtroppo non mi erano giunte informazioni e quindi questa volta presi direttamente contatti con lei e da quel momento iniziò il mio percorso di studio, anche se travagliato fin dall’inizio.
Ero così felice di aver trovato finalmente un’insegnate di questa danza vicino casa mia  che presi anche lezioni private e di lì a poco poi, fui data grande fiducia da Valeria che premiò il mio impegno portandomi nel corso che lei aveva già da un anno.
Si può dire quindi che da gennaio 2011 ho iniziato un percorso che seguo ancora tutt’oggi con la stessa passione, lo stesso entusiasmo e la stessa curiosità del 1º giorno (se non di più). La cosa bella , che chi è al di fuori non pensa , è che questa danza ha una storia dietro e che , grazie a Valeria , ogni anno approfondisco sempre più, perché si, lei è una maestra che prima di insegnarci un movimento o uno stile , ci spiega come quando e perché!Avete presente quando entrate in un’oasi di benessere? Io l’ho trovata con Valeria, la danza e le Irisine che sono una vera fonte d’energia.

E adesso spiegatemi come potrei non credere nel destino.

Shara Profenna 

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata